Il dolore laterale di caviglia

A cura di Walter Albisetti e Omar De Bartolomeo

 Il dolore laterale di caviglia e un sintomo frequente nelle ballerine che praticano danza classica e studiano le punte. Normalmente non si dovrebbe avvertire dolore in questa regione, ma talora e possibile avvertire dolore e difficoltà ad eseguire alcuni fondamentali, quali il plie o il releve. Il dolore, di solito, e piu fastidioso durante lo studio della punta. La causa di questi sintomi e spesso da attribuire ad una sofferenza dei tendini dei muscoli peronei. Questi sono due importanti muscoli il cui tendine passa dietro al malleolo laterale per andare a fissarsi sulla base del quinto metatarsale (peroneo breve) e a livello del I metatarsali e cuneiforme mediale (peroneo lungo). Questi due muscoli partecipano ai movimenti di flessione plantare ed eversione del piede. Il peroneo lungo partecipa al controllo della volta plantare. Questi due muscoli possono andare incontro a sofferenza per via della loro  particolare situazione anatomica per via del lavoro che e loro richiesto durante la danza. I peronei infatti passano all'interno di una guaina che serve a facilitarne lo scorrimento,  ma in caso di un abuso o mal uso di questi muscoli, i tendini potrebbero infiammarsi, diventare più voluminosi e avere uno scorrimento difficoltoso all'interno delle loro   guaine   (immagine   1).

Bisogna inoltre ricordare che a livello del malleolo, i tendini cambiano la loro direzione: nella gamba   scendono   verticali, a livello retro-malleolare piegano bruscamente per raggiungere le loro inserzioni distali  sulle  ossa del piede. Bisogna quindi identificare gli errori tecnici per cui tali tendini sono più sottoposti a stress meccanico.

Nella maggior parte dei casi, le tendinopatie dei peronei sono dovute a over-lavoro (over-use) e a instabilità della caviglia durante l'esecuzione dei fondamentali tecnici, soprattutto del relevè, dove si assiste ad una tendenza alla pronazione della caviglia con successiva tensione dei tendini che, tra l'altro, non lavoreranno piu su un unico piano (immagine 2).

La tendenza alla pronazione/eversione in mezza punta o in punta (linea verde) e evidenziata dalla linea verde nella immagine 2. come si vede, l'immaginario asse di carico dell'arto inferiore (linea rossa) viene ad interrompersi a livello della caviglia, con successiva messa in tensione dei muscoli peronei a livello del malleolo laterale. La pronazione della caviglia, inoltre, sposta il carico a livello del IV- V dito, con successivo sovraccarico delle strutture ossee, articolari e muscolo-tendine di questa parte del piede. Lo stesso  tipo  di errore tecnico può essere riprodotto quando la ballerina cerca di ”svirgolate„ il piede atteggiato in punta (immagine 3).

La pratica continuativa, forzata, di tale movimento produce un over-lavoro a carico dei muscoli peronei. Pur comprendendo le velleità artistiche di tale atteggiamento, si sconsiglia di eseguire  la punta sempre in questo modo, lasciando quindi questa ”espressività„ del piede solo nei momenti in cui effettivamente serve mostrarlo. Inoltre, atteggiare il piede in questo modo durante la pratica dell'en pointe espone a sovraccarichi la cartilagine articolare della caviglia.

Meno di frequente le tendinopatie e dovuto ad un errore nell'esecuzione del pliè. In questi casi, la sofferenza e dovuta allo stiramento dei tendini durante la fase di discesa qualora la caviglia non e ben sostenuta e controllata. Un volta plantare ”non cava„ potrebbe essere un fattore associato.

Nella maggior parte dei casi l'over-lavoro e la causa più frequente di tendinopatie dei peronei. Bisogna tuttavia ricordare che il mal-uso, altrimenti detto errore tecnico, e la causa più frequente della cronicizzazione di tale patologia. Di per se, infatti, la tendinite guarisce con le opportune cure mediche e fisioterapiche, ma se non si rimuove l'errore tecnico esse ritornano. La correzione dell'errore consiste nel ristabilire la stabilita del piede e della caviglia durante l'esecuzione dei fondamentali. Nel corso della visita medica, si studierà l'allineamento dell'anca in relazione al ginocchio e al  piede,  si  studierà  l'aplomb  dell'arto  inferiore  durante

l'esecuzione di alcuni fondamentali in I posizione, in II, in IV posizione, si osserverà il controllo del bacino, del ginocchio e del complesso piede-caviglia durante l'esecuzione di  tutti  questi fondamentali.  Al  termine  della visita, si saranno individuati gli errori tecnici e si daranno suggerimenti sugli esercizi da eseguire per ristabilire il corretto equilibrio muscolare e quindi controllo articolare. Utili saranno esercizi di rinforzo ed esercizi propriocettivi. Noi suggeriamo, oltre alla tavoletta classica, anche l'uso di un piano inclinato, su cui si svolgeranno alcuni  esercizi utili al fine di recuperare il controllo del complesso piede- caviglia ma anche del ginocchio e del bacino (immagine 4).